TRENTODOC


 La storia

Da queste parti, le prime testimonianze di vinificazione risalgono al 3000 a.c.: già allora, terreno e microclima erano adatti alla coltivazione della vite. La svolta si ha a inizio Novecento, quando Giulio Ferrari (capostipite dell’omonima cantina, la portabandiera in termini numerici del Trentodoc nel mondo), studia in Francia le attinenze tra le sue terre e il territorio dello Champagne, iniziando a produrre spumantistica classica. Il riconoscimento della denominazione di origine controllata arriva nel 1993, ed è la prima DOC Metodo Classico in Italia, nonché una delle prime al mondo.